Pubblicato da: danielecolleoni | 4 Maggio 2019

“Eterno Amore”

Protagonista del nuovo atteso romanzo “Eterno Amore” di Igor Sibaldi è uno psicanalista sessantenne che riesce a resuscitare una donna amata quarant’anni prima, e morta di lì a poco.
Colpito da un’improvvisa nostalgia di quel primo grande amore, egli non può rassegnarsi all’idea di averla perduta per sempre. Così, si sforza di immaginarla e di incontrarla nei sogni finché, attraverso i suoi studi e grazie a certe esperienze personali, scopre le dinamiche del risorgere: ritrova davvero l’amante e insieme a lei esplora la condizione dell’immortalità.
Il tema della resurrezione, caro a Sibaldi, in un romanzo che narra una sorprendente storia d’amore. Un tuffo nel romanticismo e nel mistero.
Si conoscono durante un’estate a Mosca. Lui ha appena finito la maturità, è gravemente anoressico, lei lavora come architetto, è radiosa e piena di vita. Nasce dolcemente, quasi in sordina, un amore potentissimo, che i due ancora non comprendono del tutto.
Grazie a lei, lui guarisce. Ma la loro storia si consuma rapidamente, minata dalle insicurezze giovanili e dalla distanza. Lui torna in Italia, Tanja rimane in Russia, si dimenticano.
Quarant’anni dopo, lui è uno psicoanalista affermato. Ma, pur essendo circondato dall’amore delle due figlie e della compagna, sente che gli manca qualcosa. Capisce che quel senso di vuoto è collegato a Tanja, il suo primo grande amore, perciò si mette sulle sue tracce nella speranza di rivederla.
Purtroppo, però, scopre che Tanja è morta molti anni prima. Incapace di rassegnarsi all’idea di averla perduta per sempre, cerca in tutti i modi di entrare in contatto con lei. Fino a riuscirci, scoprendo dimensioni straordinarie.
In questo romanzo intenso e delicato, Sibaldi riprende il tema a lui caro della resurrezione e lo cala in una storia d’amore sconvolgente, capace di ridisegnare la nostra concezione del tempo e dello spazio. E ci svela che la morte non è un limite, se la nostra mente sa come varcarlo.
“Esistono universi paralleli in cui ciò che è passato esiste ancora”.
“Facciamo un patto. Quando sei triste tu, io ti tolgo il velo di tristezza. Quando sono triste io, tu fai lo stesso. D’accordo? Non scordarlo.” Annuì. E guardò dal finestrino. “E quando uno dei due muore l’altro lo tira fuori. Per sempre.”

Eterno Amore
Chi è amato non può morire
Igor Sibaldi


Risposte

  1. buona notte my dear friend 🙋
    Gianmarco 🕴


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Categorie

Oh my bridge

"Il bridge è come il sesso: se non hai un buon partner, meglio che tu abbia una buona mano."

El romànic

Un estil arquitectònic desenvolupat entre els segles X i XIII que ha deixat autèntiques obres mestres a les terres catalanes.

PENSER TIMES

Just another WordPress site

Monica e lo Scrapbooking

Trovate tutorial e suggerimenti per creare con le vostre mani. Tutto sullo Scrapbooking.

VOYAGE ONIRIQUE

" Un rêve onirique, une bulle d'évasion "

Prefiero quedarme en casa

Un blog sobre lo que me gusta escribir

MyPersonalBlog

Un sito dove io possa esprimere le mie opinioni e i miei pensieri

Fantastici Stonati

Ci vuole molta fantasia per essere all'altezza della realtà

blog viaungarettidue

18-3-2022 ( testi e fotografie dell'autore)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: