Pubblicato da: danielecolleoni | 14 giugno 2019

Il “Berbenno”

Ansia mattutina: arriverò a Berbenno? 
Quest’anno non ho praticamente fatto nulla in salita, poco in generale e il fisico balbetta.  Parto piano, anzi pianissimo,  ma le gambe non girano,  il fiato manca subito appena aumento un po.
Mai provato tanta ansia x un Berbenno. Arrivo sotto centellinando le forze. E poi via. Parto bene, un dente in più per non forzare, il cuore sta nei limiti, il fiato c’è. Con grande attenzione arrivo su, le gambe sono un po così ma sono contento.  Uno salendo me lo sono fumato dai e non mi sembrava proprio scarso.
Visto che le gambe dolgono un po’ rientro tranquillo, visto che c’è pure vento contro.
Un “vecchietto” mi supera,  mi provoca, ma chi se ne frega, sto dietro e risparmio un po di fatica.
Poi una biondina ci passa a fionda, il tipo si accoda e io che faccio, li lascio andare?  Non ci penso nemmeno, va bene tutto ma questo no. La tipa spinge forte, il tipo è alle corde e continua a fare l’elastico, Improvvisamente in un attimo fa il brillante, scatta, la supera di gran carriera ma poi schiatta subito dopo.  Alaora biondina ci ripassa a doppia velocità.  E no, non sia mai detto, scatto, la riprendo e mi accodo. Dopo la discesa di Almenno prende la mia stessa direzione,  ma visto che sinora brutte figure le ho evitate per precauzione la lascio andare con indifferenza.
Verso casa la benzina è quasi finita, ma sono arrivato,  stanco ma soddisfatto… per un Berbenno…. povero me, non ci siamo davvero!
Meno male che sono in ferie se no sarebbe stata dura lavorare oggi pomeriggio. 
Però dai, in fondo stamani non ero neppure sicuro di arrivarci su.
E sto pensando a qualcosa x Domenica…. anvedi cosa  può fare un po’ di entusiasmo! 
by dany

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Categorie

Mădălina lu' Cafanu

stay calm within the chaos

Fotoclub Bergamo

La continuità nella fotografia tradizionale

Federico Cinti

Momenti di poesia

danielecolleoni

Appunti, spunti e passioni in liberta'

Frida la Loka

Quando ho bisogno di tornare con i piedi per terra, perché la testa è lontana anni luce, questo è il mio rifugio

RIVA OMBROSA

Quando si ama si dona

SaphilopeS

ne güzel blues, ne güzel karanlık

Mila Detti

"Antes y después el mundo se ha hecho pedazos y hay que nombrarlo de nuevo, dedo por dedo, labio por labio, sombra por sombra." Julio Cortazar.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: